Nuove figure professionali: l’operatore in Discipline Bio Naturali

L’Operatore in Discipline Bio Naturali ricopre il ruolo di consulente nel campo del benessere e di educatore a stili di vita, abitudini alimentari, rapporti con l’ambiente e le persone, atti alla salvaguardia dello stato di benessere e alla valorizzazione delle risorse vitali.

La sua opera è imperniata sul concetto di prevenzione, sulla valorizzazione dell’equilibrio psico-fisico e sulla stimolazione delle risorse vitali dell’individuo, attraverso metodi ed elementi naturali la cui efficacia sia stata verificata nei contesti culturali di provenienza e le loro evoluzioni nei vari contesti socio-culturali.

L’Operatore in D.B.N. basa la sua attività professionale sul rapporto interpersonale e sull’applicazione di discipline energetiche, olistiche, naturali e tecniche corporee.

Qualora la sua formazione sia multidisciplinare, egli è in grado di scegliere la disciplina più idonea per la persona che gli si presenta.

Cosa fa l’operatore di D.B.N. e dove lavora

L’Operatore delle Discipline Bio Naturali ha il compito di riequilibrare quei normali e naturali meccanismi che autoregolano e autogestiscono il corpo umano.

Si prende cura della persona, sia sotto l’aspetto fisico, sia energetico che emotivo e lo fa attraverso l’utilizzo di varie tecniche che vanno dal massaggio (come nel caso di Kinesiologia, Riflessologia e shiatsu), all’uso di cristalli, pietre e olii essenziali, oltre all’utilizzo di tecniche di medicina tradizionale cinese (MTC), come la coppettazione.

Presta servizi di utilità collettiva, operando con bambini, adolescenti e anziani. Può lavorare come libero professionista o lavorare in centri medici, sportivi e di benessere, oppure in hotel e navi da crociera.

L’operatore olistico potrà lavorare come libero professionista con:

  • regolare partita IVA e iscrizione alla gestione separata per quanto riguarda l’I.N.P.S. (codice attività 26 “Operatore per il benessere fisico”);
  • assicurazione a tutela della professione (non obbligatoria ma fortemente consigliata).

Può praticare la propria Disciplina alla presenza fisica dell’Utente e con il suo esplicito consenso (Consenso informato). Nei casi in cui la Disciplina preveda una pratica a distanza, essa deve essere svolta solo ed esclusivamente con la piena consapevolezza dell’Utente e con il suo esplicito consenso.

Le 3 “regole d’oro” da seguire per diventare un bravo operatore in DBN:

  1. Agisci solo nell’ambito delle tue competenze;
  2. Astieniti dalla prescrizione e dalla somministrazione di terapie farmacologiche che esulino dal tuo ambito di competenze;
  3. Indirizza i soggetti alle figure sanitarie competenti, attuando un approccio interdisciplinare adeguato al caso.

Ordinamento giuridico dell’Operatore in D.B.N.

La figura dell’Operatore delle Discipline Bio Naturali non è ancora collocata all’interno di un panorama giuridico.

Per ora, la legge n°4 del 2013, che disciplina le professioni non organizzate in ordini o collegi, permette di intravedere una degna collocazione ponendo l’Operatore in D.B.N. in Italia in un’area complementare che gli permetta di esercitare le proprie competenze con uno status riconosciuto.

Per garantire la professionalità degli operatori e tutelare gli utenti, da circa dieci anni opera in Regione Lombardia il Comitato Tecnico Scientifico delle Discipline Bio Naturali (C.T.S. D.B.N.) che, grazie alla legge regionale del 1 Febbraio 2005, n. 2, ha istituito i Registri Regionali degli Operatori e degli Enti di Formazione in DBN.

Nel Luglio 2013 nel Quadro Regionale degli Standard Professionali (QRSP) della Regione Lombardia si è istituito un apposito settore denominato Area delle Competenze Libere e Indipendenti in cui sono state inserite le Discipline Bio Naturali.

Come si diventa operatori di Discipline Bio Naturali

L’attività dell’Operatore in Discipline Bio Naturali è di libera pratica professionale, non è infatti obbligatorio esser iscritti all’interno degli elenchi regionali per esercitare la professione; infatti, questi sono nati solo per tutelare gli utenti e garantire così la professionalità degli Operatori.

Stesso discorso vale per l’adesione ad Associazioni Professionale di Rappresentanza, che possono offrire tutele e attestazioni di qualità professionale, ma non sono vincolanti per esercitare la professione.

Tuttavia, per chi volesse esser presente all’interno dei registri degli operatori in D.B.N., è necessario che:

  • completi un percorso di formazione nella Disciplina scelta presso una delle scuole iscritte al Registro Regionale degli Enti di Formazione in DBN. Il programma formativo dovrà prevedere tutte le competenze, conoscenze ed abilità che rientrano all’interno del QRSP della disciplina specifica;
  • acquisisca presso una Scuola di Formazione Accreditata presso Regione Lombardia l’attestato regionale di certificazione delle competenze che riconosce le competenze acquisite;
  • infine, presenti al Comitato Tecnico Scientifico la domanda d’iscrizione, completa di curriculum vitae in formato europeo e degli attestati conseguiti.

Una volta avviata la professione, l’Operatore in D.B.N. è tenuto a svolgere una costante opera di aggiornamento e perfezionamento della sua professionalità, attraverso un costante confronto e occasioni di ricerca e approfondimento e/o corsi che accrescano le sue conoscenze e competenze.

Intervista a Giuseppe Cerasoli, docente e kinesiologo

Abbiamo chiesto a Giuseppe Cerasoli, docente e kinesiologo, come fare a diventare operatore in Discipline Bio Naturali e quali sono i motivi personali che possono spingere una persona a intraprendere questa carriera lavorativa.

Come si diventa Operatore qualificato in Discipline Bio Naturali?

Per diventare un operatore in Discipline Bio Naturali qualificato, occorre frequentare un percorso di studi presentato da un Associazione o Scuola che abbia il suo piano di studi riconosciuto da un Ente formale o non formale che si occupi di formazione o regolamentazione nel campo delle Discipline Bio naturali.
La durata del percorso didattico dipende dalla disciplina scelta. 

In che cosa consiste, esattamente, la formazione di un Operatore in D.B.N.?

La formazione, a seconda della disciplina scelta, si avvale di una preparazione in prevalenza di tipo pratico, con una parte teorica legata comunque alla pratica.

In genere, per i percorsi più seri – quelli che rilasciano Attestati di professionalitàsi attestano intorno alle 500-600 ore da svolgere nell’arco temporale di 2-3 anni.

Perché diventare un Operatore in Discipline Bio Naturali?

Per quanto riguarda la mia esperienza di docente, la maggior parte dei partecipanti si affaccia a queste discipline per vocazione personale o perché ha ricevuto dei benefici fisici dalla disciplina che poi sceglie di imparare e praticare.

Pochi affrontano tale percorso con l’idea di guadagnare, anche se, poi, avendone le capacità professionali, può diventare un lavoro, anche ben retribuito. Dipende sempre dalle proprie capacità, dall’esperienza e dalla “bravura” nell’intercettare i clienti.

Quanto guadagna un Operatore in D.B.N. ? 

Non vi è un tariffario omogeneo o dettato dalle varie Associazioni di categoria. La media comunque si attesta attorno ai 30-50 € a trattamento.

Tuttavia, alcuni operatori svolgono tale attività in maniera volontaria senza richiedere compensi. 

I nostri corsi per gli Operatore in Discipline Bio Naturali

Frequenta uno dei nostri corsi in programma nel campo delle Discipline Bio Naturali!

Centro Itard Lombardia è specializzato in corsi in Kinesiologia, Riflessologia e Yoga.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.